Nuove sanzioni allergeni per la somministrazione degli alimenti

Indicazione Allergeni | MANGIATEBENE.IT

Vi comunichiamo tempestivamente la pubblicazione della nuova normativa sanzionatoria sull’obbligo di indicazione degli allergeni negli alimenti e sull’informazione da rendere disponibile ai consumatori. Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto Legge 15 dicembre 2017 vengono precisate le sanzioni per chi non ottempera agli obblighi di dichiarazione degli allergeni e non provvede a fornire le indicazioni ai consumatori sulla presenza di allergeni nei singoli prodotti somministrati al pubblico. Parimenti vengono indicate le sanzioni per mancata informazione per le vendite a distanza.

Le sanzioni variano da un minimo di 3.000 a un massimo di 24.000 euro per l’omessa indicazione degli allergeni. Da un minimo di 1.000 a un massimo di 8.000 euro per le indicazioni con modalità difformi da quelle previste. Le sanzioni previste per i produttori di alimenti preimballati variano da un minimo di 5.000 a un massimo di 40.000 euro. Viene inoltre confermata la disciplina del cartello recante l’indicazione di tutti gli ingredienti per i prodotti di gastronomia, gelateria, pasticceria e panetteria. L’obbligo però viene indicato per ogni singolo prodotto!

Indicazione Allergeni | MANGIATEBENE.IT
Indicazione Allergeni | MANGIATEBENE.IT

Viene inoltre confermata la disciplina del cartello recante l’indicazione di tutti gli ingredienti per i prodotti di gastronomia, gelateria, pasticceria e panetteria. L’obbligo però viene indicato per ogni singolo prodotto!

Il decreto legge entra in merito anche alle sanzioni per la messa in vendita di prodotti oltre la data di scadenza, per le violazioni in merito all’elenco ingredienti, alla denominazione, al paese di origine, al titolo alcoolometrico, alle informazioni nutrizionali.

Il decreto chiarisce inoltre gli obblighi per i prodotti alimentari offerti in vendita al consumatore finale o alle collettività senza preimballaggio, come i prodotti venduti al momento previo frazionamento, che devono essere muniti di apposito cartello applicato ai recipienti che li contengono che indichi la denominazione dell’alimento; l’elenco degli ngredienti; le modalità di conservazione per i prodotti deperibili; la designazione decongelato.  Data l’entità delle mansioni e l’importanza dell’argomento si raccomanda tutti gli operatori alimentari di documentarsi accuratamente sugli adempimenti da garantire. Siamo a disposizione per richieste di approfondimenti che potete inviare a info@mangiatebene.it.

L’ampiezza dei temi toccati dal nuovo decreto legge è tale che provvederemo ad approfondire in altri articoli tutte le novità più salienti.

Il decreto legge entra in vigore il 9 maggio 2018

Per informazioni, potete consultate il testo su

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2018/2/8/18G00023/sg

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo

Lascia un Commento